Professione forense

Notifiche a mezzo posta: operativi da oggi i nuovi modelli di Poste Italiane

Redazione
raccomandate

Il periodo transitorio per l’utilizzo dei vecchi modelli è terminato ieri ed è dunque definitiva l’adozione dei nuovi standard predisposti da Poste Italiane per le notifiche degli atti giudiziari a seguito della Delibera AGCOM 155/19/CONS del 8 maggio 2019, pubblicata il 14 maggio 2019.

Poste Italiane ha precisato che il Cliente può richiedere, in alternativa alla modalità a mezzo raccomandata, la restituzione del 23L (Richiesta duplicato Avviso di Ricevimento Atto Giudiziario) in digitale (a mezzo PEC) ma condizione abilitante per attivare tale modalità di servizio è la trasmissione dell’indirizzo PEC (e a discrezione del cliente delle altre informazioni abilitanti il servizio) in modalità digitale tramite gli strumenti di accesso messi a disposizione da Poste. Il cliente può anche richiedere il servizio di Ritiro Digitale, che consente al destinatario di ritirare, in modalità digitale e in alternativa al processo fisico, il contenuto di un invio a lui diretto. Il Cliente che intenda permettere al destinatario di usufruire del servizio per le proprie spedizioni deve attenersi alle specifiche declinate nella Scheda Tecnica Prodotto Servizio Ritiro Digitale.

Fonte: www.dirittoegiustizia.it

 

News Correlate

News
Professione forense

Decreto Ristori: quali sono le novità per il settore giustizia?

Redazione

Il decreto Ristori, pubblicato in G.U. n. 269 del 28 ottobre 2020, ha previsto nuove importanti misure per il settore giustizia e, in particolare, per lo svolgimento da remoto delle udienze, sia in ambito civile che penale.

News
Professione forense

Esame Avvocato 2020: chiarimenti sul versamento del contributo

Redazione

Con un avviso del 28 ottobre 2020, il Ministero della Giustizia fornisce chiarimenti in merito al versamento del contributo spese di €50,00 di cui all’art. 4, comma 2, lett. b), del bando per l’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense.