Giurisprudenza

Gratuito patrocinio, gli Ermellini sull’inderogabilità dei minimi tariffari

Redazione
avvocati

Inderogabilità dei minimi tarrifari. Con sentenza n. 6686/19, depositata il 7 marzo, la Corte di Cassazione, ha affermato che il giudice, ex art. 116, comma 1, d.P.R. n. 115/2002, è tenuto a conformarsi alla normativa prevista dall’art. 82, comma 1, dello stesso decreto, il quale nel prevedere l’osservanza delle tariffe professionali in modo che l’onorario e le spese liquidati non risultino mai superiori ai valori medi delle stesse, ha implicitamente salvato l’inderogabilità dei minimi, prevista dall’art. 1, comma 5, della tariffa penale di cui al d. m. n. 127/2004.

Per conoscere i dettagli della vicenda sottoposta all’attenzione della Suprema Corte, il quotidiano di informazione giuridica Diritto e Giustizia ha pubblicato un contributo a firma dell’Avv. Rosa Villani.

News Correlate

News
Legislazione

Il Servizio Studi del Senato sulla legittima difesa

Redazione

Con la nota breve n. 58/19, il Servizio Studi del Senato approfondisce le modifiche apportate in materia di legittima difesa dal disegno di legge già approvato dal Senato e successivamente modificato dalla Camera dei deputati.

News
Giurisprudenza

La Consulta sul gratuito patrocinio

Redazione

La Corte Costituzionale ha affermato che la disciplina in materia di spese di giustizia, nella parte in cui non consente l’accesso al gratuito patrocinio ad un ente di volontariato esercente un’attività economica, non è incostituzionale.