Deontologia forense

Il CNF sull’obbligo di fatturazione dei compensi percepiti

Redazione
soldi avvocato

Il caso. Nell’ambito di un ricorso proposto dagli avvocati, ritenuti responsabili dal COA per non aver fornito regolare rendiconto della gestione della somma ricevuta dal cliente e per non aver emesso regolare fattura per gli importi incassati a titolo di rimborso spese legali, il CNF ha ribadito l’obbligo del professionista di fatturare i compensi percepiti.

Fatturazione compensi. In particolare, il Consiglio Nazionale Forense ha affermato che «l’avvocato ha l’obbligo, sanzionato dagli artt. 16 e 29 cod. deon., di emettere fattura tempestivamente e contestualmente alla riscossione dei compensi, restando irrilevante l’eventuale ritardo nell’adempimento in parola, non preso in considerazione né dal codice deontologico forense, né dalla legge statale (d.P.R. n. 633/1972)».

News Correlate

News
Professione forense

PAT e attuazione dell’art. 4 d.l. n. 28/2020

Redazione

La Giustizia Amministrativa, alla luce di quanto previsto dall’art. 4 d.l. n. 28/2020, ha messo a disposizione i nuovi moduli di deposito Ricorso e Atto e le istruzioni per partecipare all’udienza da remoto utilizzando Teams.

News
Professione forense

Il CNF sulla sicurezza negli studi legali

Redazione

Il Consiglio Nazionale Forense ha diffuso la scheda di approfondimento sull’adozione di protocolli di sicurezza negli studi legali durante il periodo di emergenza sanitaria da Covid-19.