Professione forense

Il Senato sull’introduzione del reato di istigazione all’anoressia e alla bulimia

Redazione
medico

Di iniziativa parlamentare, la proposta di legge relativa all’introduzione dell’art. 580-bis del codice penale, concernente il reato di istigazione al ricorso a pratiche alimentare idonee a provocare l’anoressia o la bulimia, nonché disposizioni in materia di prevenzione e di cura di tali patologie e degli altri disturbi del comportamento alimentare, si compone di 8 articoli.

Anoressia e bulimia come malattie sociali. L’articolo 1, oltre a riconoscere come malattia sociale la bulimia e l’anoressia, ricorda che la nozione giuridica di malattia sociale è prevista dal d.P.R. n. 249/1961 e l’articolo 2, nell’introdurre la nuova fattispecie di reato, gli ricollega la pena della reclusione fino ad un anno, oltre ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 a 50.000 euro.
Gli ulteriori articoli prevedono poi l’adozione, da parte dello Stato, delle Regioni e delle Province autonome, di progetti diretti a prevenire e curare le malattie inerenti ai disturbi gravi del comportamento alimentare, attraverso diverse tipologie di intervento, come la formazione e l’aggiornamento professionali del personale medico e scolastico, la prevenzione e il monitoraggio delle patologie associate alle malattie in oggetto.
Infine, all’articolo 5 è introdotto il divieto, per le agenzie di moda e pubblicitarie, di avvalersi di modelle che non presentino certificato medico o il cui certificato medico attesti grave magrezza o forte sottopeso.

 

News Correlate

News
Professione forense

La previdenza forense spiegata dalla Cassa

Redazione

Cassa Forense ha annunciato l’avvio di una piattaforma e-learning per l’erogazione di corsi gratuiti in tema di previdenza forense con acquisizione di crediti formativi di natura previdenziale certificati.

News
Professione forense

Equo compenso: il primo check del CNF

Redazione

Il CNF fa il punto sull’attività di monitoraggio avviata il 23 luglio con l’insediamento del Nucleo centrale di controllo sull'applicazione dell’equo compenso.

News
Professione forense

PST: rallentamenti servizi PEC

Redazione

Il PST comunica che, a partire dalla giornata di ieri, sono stati verificati alcuni rallentamenti nella ricezione dei messaggi di posta elettronica certificata (PEC).