Giurisprudenza

Nulla la procura alle liti sottoscritta con crocesegno

Redazione

Il Tribunale di Napoli rigettava la domanda di un cittadino del Ghana di riconoscimento della protezione internazionale e umanitaria, a causa della nullità della procura al difensore perché sottoscritta con crocesegno dalla parte analfabeta.
Quest’ultimo propone ricorso per cassazione, lamentando il fatto che il Giudice non avrebbe potuto rilevare d’ufficio la nullità della procura speciale alle liti, non essendo stata sollevata a tal fine eccezione della controparte rimasta contumace, considerando che l’illeggibilità della firma risulterebbe irrilevante.

La Corte di Cassazione, con ordinanza n. 16948/20, dichiara il ricorso inammissibile, richiamando il principio secondo cui la procura alle liti sottoscritta mediante crocesegno «non è suscettibile di autenticazione da parte del difensore», qualora sia rilasciata in calce ovvero a margine dell’atto giudiziale.
Ciò si spiega poiché, essendo la sottoscrizione indispensabile per identificare l’autore del documento nonché elemento essenziale dello stesso, essa deve risultare da segni grafici che indichino le generalità di chi conferisce la procura, anche se in forma abbreviata, e non può quindi ritenersi integrata da una croce al posto della firma.
Una volta chiarito quanto sopra, gli Ermellini affermano che il Giudice di prime cure ha correttamente rilevato d’ufficio la nullità della procura e fissato un termine perentorio al fine della sua regolarizzazione con atto pubblico, trattandosi di vizio sanabile, ma non avendo il ricorrente dato seguito a tale adempimento, il ricorso non può che risultare inammissibile.

News Correlate

News
Professione forense

COVID-19: privilegiare i colloqui a distanza tra difensori e detenuti

Redazione

Il DAP chiede che si continui a favorire in una misura sempre più ampia lo svolgimento a distanza dei colloqui tra difensore e detenuto e, laddove sia necessario il colloquio in presenza, che questi vengano preventivamente concordati tramite il sistema di prenotazione predisposto.

News
Professione forense

Portale Deposito atti Penali: pubblicato il Manuale Utente

Redazione

Il Ministero della Giustizia, Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati (DGSIA) ha pubblicato il Manuale Utente Portale Deposito atti Penali (PDP), che illustra le funzionalità messe a disposizione degli avvocati dal Portale Deposito atti Penali nell’ambito del Processo Penale Te