Giurisprudenza

La Cassazione sull’invio delle comunicazioni via PEC del difensore

Redazione

Con la decisione n. 21981/20, depositata il 22 luglio, la Suprema Corte si esprime a proposito delle comunicazioni inviate via PEC da parte del difensore.

Da tale pronuncia si evince che mentre le cancellerie penali sono autorizzate a trasmettere ogni comunicazione ovvero a perfezionare ogni notifica tramite PEC ai difensori, lo stesso non può dirsi per le impugnazioni, in virtù non solo dei limiti previsti dal Codice di procedura penale, ma anche per via dell’inapplicabilità del Codice dell’amministrazione digitale al processo penale.

Per quanto riguarda, invece, le generiche istanze la giurisprudenza prevede la conoscibilità legale dell’atto se le comunicazioni “sono poste all’attenzione del giudicante”

 

Per conoscere altri dettagli ed approfondire l’argomento, sul quotidiano di informazione giuridica dirittoegiustizia.it è presente un contributo a firma dell’Avv. Francesco, G. Capitani.

:

Source URL: http://avvocati.it/news/la-cassazione-sullinvio-delle-comunicazioni-pec-del-difensore