Professione forense

COA Roma e riduzione della pratica forense a 16 mesi: necessario uniformare la regolamentazione delle udienze

Redazione
Avvocato

In seguito a molteplici segnalazioni da parte di praticanti avvocati, il Vice Presidente del COA Roma, Mazzoni, ha sottolineato la necessità di uniformare la regolamentazione delle udienze per coloro che usufruiscono della riduzione della pratica forense a 16 mesi. E ha precisato che «il Governo ( d.l. n. 22/2020, c.d. Decreto scuola) ha adottato misure emergenziali con riferimento allo svolgimento della pratica forense, prevedendo specifiche norme transitorie per il periodo di sospensione delle udienze, al fine del conseguimento dei requisiti necessari per l’accesso all’esame di abilitazione alla professione di avvocato».

Il suddetto decreto prevede, inoltre, una riduzione della durata del tirocinio a 16 mesi, anziché 18, solo per i praticanti che hanno conseguito la laurea in Giurisprudenza nell’ultima sessione dell’Anno accademico 2018/2019.

Mazzoni ha concluso sottolineando che, per gli iscritti nel Registro dei Praticanti che usufruiranno della citata riduzione del tirocinio a 16 mesi, «nell’ultimo semestre, ridotto quindi a quattro mesi, debba conseguentemente applicarsi la riduzione anche di un 1/3 delle udienze alle quali partecipare e, quindi, da determinarsi nel minor numero di 14, fermo restando l’obbligo di dimostrazione delle ulteriori attività di tirocinio».

News Correlate