SOCIETA' E CRISI

Nella conversione in legge del Milleproroghe c’è anche un rinvio della copertura perdite

Nella conversione in legge del Milleproroghe c’è anche un rinvio della copertura perdite

Sterilizzate anche le perdite emerse nell’esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2021: è questo il risultato che produrrà l’emendamento al ddl di conversione del d.l. n. 228/2021 (cd. Milleproroghe), approvato nei giorni scorsi dalle Commissioni riunite in sede referente.

Di fatto, viene prorogata di un anno la disciplina emergenziale contenuta nell’art. 6 del d.l. n. 23/2020, che ha introdotto una deroga alle norme codicistiche in tema di riduzione del capitale e di obblighi di attivazione degli amministratori.

L’art. 6 citato, quindi, nella nuova versione, così dispone: “Per le perdite emerse nell'esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2021 non si applicano gli articoli 2446, secondo e terzo comma, 2447, 2482-bis, quarto, quinto e sesto comma, e 2482-ter del Codice civile e non opera la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale di cui agli articoli 2484, primo comma, numero 4), e 2545-duodecies del codice civile”.

0 Commenti
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati