Voto dei fuorisede: le novità

414
21/02/24

Il governo ha dato parere favorevole all'emendamento al decreto elettorale che permetterebbe agli studenti fuorisede di votare alle prossime europee - previste per inizio giugno - nel comune in cui sono provvisoriamente domiciliati.

Ma cosa prevede l'emendamento e perchè è stato presentato? 

L'emendamento interviene sul decreto Elezioni. La proposta è stata depositata in commissione Affari costituzionali del Senato, dove da quasi un anno è fermo un progetto di legge proprio sullo stesso tema.

La proposta però presenta dei limiti: 

  1. concede il voto fuorisede soltanto agli studenti, che secondo le stime sono circa 600mila e rappresentano una minima parte dei fuorisede (basti pensare a tutti i lavoratori esclusi);
  2. è sperimentale per cui è concesso soltanto per le elezioni europee e non, per esempio, per le elezioni comunali, anche se, negli stessi giorni, in circa la metà dei comuni italiani ci saranno, appunto, le elezioni comunali. 

Ciononostante, rappresenta comunque un primo passo per garantire un diritto costituzionalmente riconosciuto.

Quali le modalità per votare?

Chi è domiciliato nella stessa circoscrizione può votare in un seggio apposito del comune di domicilio, perché partiti e candidati sulla scheda elettorale sono gli stessi. Basterà quindi presentare la richiesta per il voto fuorisede al proprio comune di residenza almeno 35 giorni prima delle elezioni. L’amministrazione avrà 15 giorni di tempo per approvarla e trasmetterla al comune di domicilio, che dovrà fornire l’autorizzazione da presentare al seggio al richiedente, almeno entro 5 giorni prima del voto.

Per chi invece si trova in una circoscrizione elettorale diversa la procedura si complica: lo studente o la studentessa dovranno recarsi nel capoluogo della regione dove si ha il domicilio dove sarà allestita una “speciale sezione elettorale” ogni 800 elettrici ed elettori fuorisede ammessi al voto. In ogni caso però, lo studente o la studentessa dovranno comunque tornare a casa per votare alle comunali, che si terranno nella città nelle stesse date delle europee.

Cosa pensate di questa novità? Fatecelo sapere nei commenti!

0 Commenti

Avatar - Avvocati.it
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati