Intelligenza artificiale: il Garante privacy avvia istruttoria su “Sora” di OpenAI

171
13/03/24

Il Garante Privacy ha di recente avviato un'istruttoria su "Sora" di OpenAI, l'algoritmo che crea brevi video da poche righe di testo.

L’Autorità ha chiesto ad OpenAi di fornire una serie di chiarimenti, considerate le possibili implicazioni che il servizio potrebbe avere sul trattamento dei dati personali degli utenti che si trovano nell’Unione europea e in particolare in Italia.

Entro 20 giorni, la società statunitense dovrà precisare se il nuovo modello di intelligenza artificiale sia un servizio già disponibile al pubblico e se venga o verrà offerto ad utenti che si trovano nell’Unione Europea, in particolare in Italia.

OpenAI inoltre dovrà chiarire al Garante una serie di elementi:

  • le modalità di addestramento dell’algoritmo;
  • i dati raccolti ed elaborati per addestrarlo, specialmente se si tratti di dati personali e se tra questi vi siano anche particolari categorie di dati (convinzioni religiose, filosofiche, opinioni politiche, dati genetici, salute, vita sessuale);
  • quali siano le fonti utilizzate.

Nel caso in cui il servizio venga o verrà offerto a utenti che si trovano nell’Ue, il Garante ha chiesto in particolare alla società di indicare se le modalità previste per informare utenti e non utenti e le basi giuridiche del trattamento dei dati forniti di quanti accedono al servizio siano conformi al Regolamento europeo.

0 Commenti

Avatar - Avvocati.it
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati