CIVILE

L'articolo 10 del Ddl Concorrenza verrà stralciato


97

21/07

Dal disegno di legge concorrenza verrà tolto l’articolo 10, che si pronunciava in tema di trasporto pubblico non di linea.

L’articolo mirava a una parziale liberalizzazione del settore, mai ben vista dai taxisti e dal centrodestra.

Sono note a tutti le proteste delle ultime settimane nelle città italiane dovute proprio a questo articolo. Milano, Roma e Napoli le città in cui gli scioperi dei taxisti si sono fatti sentire di più nelle scorse settimane. 

A scatenare le rivolte è stato il passaggio dell’articolo in cui si fa riferimento a un «adeguamento dell’offerta di servizi alle forme di mobilità che si svolgono mediante l’uso di applicazioni web». Alla base delle proteste c’è la presa di posizione dei taxisti che non vogliono competere con servizi di noleggio con conducente e app come Uber e Lyft.

Contrarie alla decisione presa lle associazioni a tutela dei consumatori, che accusano lo Stato di cedere a violenze e pressioni di quella che definiscono “la lobby corporativa dei tassisti”. 

Si tratta secondo voi di una misura necessaria per raggiungere uno degli obiettivi fissati nel PNRR o di un passo falso ai danni dei consumatori e della concorrenza?

In allegato trovate il testo del disegno di legge. 

0 Commenti
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati