TRIBUTARIO

Arrivano le sanzioni per chi non accetta pagamenti con il pos


154

01/07

Dal 30 giugno per gli esercenti che si rifiuteranno di far pagare con il pos scatterà una multa di 30€ più il 4% della transazione negata. 

Non soltanto bar e ristorante sono tenuti ad accettare pagamenti elettronici: l’obbligo si estende anche ad artigiani e professionisti. 

L’obbligo a dire il vero è stato introdotto nel 2014 (nello specifico l’obbligo di accettare pagamenti con carte esiste dal 30 giugno 2014 in base all’articolo 15, comma 4, dl 179/2012), ma non prevedendo l’applicazione di sanzioni in caso di mancato rispetto della norma di fatto è rimasto solo teorico. 

La multa non si applica “nei casi di oggettiva impossibilità tecnica” a ricevere pagamenti con le carte. Professionisti ed esercenti potranno eludere l’obbligo, quindi, in caso di malfunzionamento dell’apparecchio e di problemi di connettività.

Inoltre, per mettersi in regola basta accettare un solo circuito di credito (Visa, Mastercard, Bancomat). 

Per denunciare si può chiamare la Guardia di Finanza o fare una segnalazione all’Agenzia delle Entrate.

Tra le novità apportate dal decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36 c’è anche l’obbligo di fatturazione elettronica per le partite Iva nel regime dei forfettari. 

Che impatto avrà questa novità?

Ritenete opportuno estendere l’obbligo anche ai professionisti e quindi anche agli avvocati? 

0 Commenti
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati