Il Decreto Aiuti ter approvato anche in Senato: le novità

46
18/11
Articolo

Il Decreto Aiuti ter è stato approvato in Senato. 

Ecco alcuni punti salienti del testo: 

  • Mutui prima casa: la garanzia massima dell’80 per cento sulla quota capitale dei mutui destinati alle categorie prioritarie può essere concessa anche quando il Tasso Effettivo Globale (TEG) risulti superiore al Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM).Questa disposizione si applica alle domande presentate solo a dicembre 2022 e riguarda coloro che hanno un ISEE non superiore a 40.000 euro e siano giovani coppie, oppure nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, oppure giovani di età inferiore ai 36 anni, oppure conduttori di alloggi IACP. 
  • Bonus 150 euro: viene specificato che i dipendenti pubblici con uno stipendio fino a 1538 euro non dovranno presentare alcuna autodichiarazione per ottenere il pagamento dell’indennità contro il caro prezzi. L’indennità spetta una sola volta, non è cedibile, né sequestrabile, né pignorabile e non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali.
  • Bonus trasporti: incrementate di 10 milioni di euro le risorse stanziate per il bonus trasporti, già aumentate, da 79 a 180 milioni, dal decreto Aiuti bis (articolo 27, D.L. n. 115/2022).
  • Sport: stanziati 50 milioni di euro da destinare all’erogazione di contributi a fondo perduto per le associazioni e società sportive dilettantistiche, per le discipline sportive, per gli enti di promozione sportiva e per le federazioni sportive, anche nel settore paralimpico, che gestiscono impianti sportivi e piscine.
  • Cinema, teatri e luoghi della cultura: stanziati per il 2022 40 milioni di euro al fine di mitigare gli effetti dell’aumento dei costi di fornitura di energia elettrica e di gas sostenuti da sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, istituti e luoghi della cultura.
0 Commenti
Avatar - Avvocati.it
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati