Niente telefono ai minori condannati: la bozza del decreto

404
07/09/23

Il Consiglio dei Ministri sta lavorando ad un decreto legge secondo cui, in caso di condanna, anche non definitiva, pronunciata nei confronti di un minorenne per delitti contro la persona, il patrimonio o inerenti armi o stupefacenti, il questore potrà proporre al tribunale il divieto di utilizzare piattaforme o servizi informatici e telematici specificamente indicati nonché il divieto di possedere telefoni cellulari.

Inoltre, sarebbe prevista la possibilità di sottoporre il minorenne all’ammonimento del questore e, se ritenuto pericoloso per la sicurezza pubblica, di disporne l’allontanamento da un comune nel quale non dimora né risiede.

Le sanzioni coinvolgono anche i maggiorenni diretti responsabili dei minori. In caso di convocazione da parte del questore, infatti, il minore dovrà essere accompagnato da chi ne esercita la responsabilità genitoriale. Quest’ultimo può essere soggetto a una “sanzione amministrativa pecuniaria da 200 euro a 1.000 euro”, per la mancata sorveglianza del minore, “salvo che non provi di non aver potuto impedire il fatto",

Nella bozza di decreto circolante si parla anche di carcere fino a due anni per chi non manda a scuola i figli o i soggetti su cui esercita la responsabilità genitoriale (al momento, chi non provvede a impartire o far impartire l’istruzione obbligatoria al minore è punibile con un’ammenda di 30 euro).

Le ipotesi al momento sono molteplici e non ci resta che aspettare aggiornamenti dall'esecutivo. 

Cosa ne pensate? Ritenete che il Decreto possa essere risolutivo? Ditecelo nei commenti!

0 Commenti

Avatar - Avvocati.it
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati