Confisca per lottizzazione abusiva: il Castello delle Cerimonie sotto i riflettori

290
23/02/24

Chi è solito guardare la tv probabilmente ha bene in mente il castello che in questi giorni è sulla bocca di tutti: il “Castello delle Cerimonie”, noto hotel situato in provincia di Napoli dove è possibile alloggiare e organizzare eventi, divenuto famoso anche grazie allo show sul canale Real Time che lo vede protagonista. 

Ma perché se ne sta parlando così tanto? La Sonrisa – è questo il vero nome della struttura – è stata confiscata per lottizzazione abusiva.

Ex art. 240 c.p., in caso di sentenza il giudice può ordinare la confisca delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato e delle cose che ne sono il prodotto o il profitto. 

E in questo caso qual è il reato contestato dal giudice? La lottizzazione abusiva, disciplinata ex art. 30 del Testo Unico in materia di Edilizia, secondo cui si ha lottizzazione abusiva di terreni a scopo edificatorio quando vengono iniziate opere che comportino trasformazione urbanistica od edilizia dei terreni stessi in violazione delle prescrizioni degli strumenti urbanistici, vigenti o adottati, o comunque stabilite dalle leggi statali o regionali o senza la prescritta autorizzazione. 

La pronuncia della Corte di legittimità fa seguito a indagini iniziate nel 2011 che hanno portato a una sentenza di primo grado nel 2016 e a una successiva sentenza della Corte d’Appello, ma la vicenda potrebbe non essersi ancora conclusa perché i legali dei titolari hanno annunciato che faranno ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Chissà se la Corte dichiarerà il ricorso inammissibile o si pronuncerà sul merito: lo scopriremo!

0 Commenti

Avatar - Avvocati.it
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati