AMMINISTRATIVO

Nuove misure per contenere la crisi energetica: interviene l'Unione Europea


45

14/09

Da mesi si continua a parlare di crisi energetica e i governi non smettono di cercare una soluzione.

Necessario a questo punto l’intervento dell’Unione Europea, che in una bozza prevede la possibilità di imporre come obiettivo obbligatorio nei confronti degli stati la riduzione dei consumi di elettricità durante le ore di picco. 

La misura cui si ricorrerebbe per cercare di arginare la crisi comporterebbe l’individuazione di 3 o 4 ore per giorno della settimana in cui ridurre i consumi, lasciando agli Stati un “margine di discrezionalità” circa la scelta degli orari. La fascia oraria in cui implementare la riduzione dei consumi, si legge sulla bozza, "potrebbe includere anche quelle nelle quali la generazioni di elettricità da fonti rinnovabili è bassa". Il target della riduzione dei consumi non è però quantificato

Infine, si legge nella bozza, gli Stati membri saranno obbligati a introdurre un contributo di solidarietà eccezionale e temporaneo per l’industria fossile. 

 

Cosa ne pensate? Un parziale lockdown energetico sarà in grado di far rientrare la situazione

0 Commenti
Visualizza altri commenti
Contenuti correlati